Piano Giovani Regione Sicilia, lunedì si parte

Lunedi, dalle ore 10, anche i giovani siciliani potranno finalmente...

Palermo, prima corsa per il tram

Lunedì la prima corsa in giro per la città. Il Sindaco: "Finalmente..."

Nasce il Portale Web Live Palermo

Finalmente online Live Palermo, nuovo portale di informazione locale

sabato 12 luglio 2014

Truffa ai danni della Regione: condanna per i titolari dell'Addaura Reef

 Con l’accusa di truffa ai danni della Regione sono stati condannati a un anno e mezzo di carcere ciascuno i titolari dell’Addaura Reef, Daniele Di Gregoli e Corrado Caronna, soci della «Calanica snc». L’accusa aveva chiesto per entrambi due anni. Nello stesso procedimento assolti Antonino Restivo e Gaspare Sorrentino (difesi dagli avvocati Francesco Caratozzolo e Michele Giovinco), erano accusati di false fatturazioni. Reato prescritto per l’ex dirigente dell'ufficio Grandi eventi del Comune, Massimo Collesano (otto mesi la richiesta) e l'ex responsabile del Servizio mare e costa dell'ufficio Opere pubbliche, Girolamo Aldo Carano (un anno e 10 mesi la richiesta dei pm). Queste le decisioni del Tribunale presieduto da Vincenzina Massa. Tutti e sei erano stati rinviati a giudizio nel maggio del 2012. Si chiude dunque, almeno in questa fase, una delle vicende più in vista degli ultimi mesi di cronaca palermitani.

Avviato il restauro della Chiesa di S. Caterina


Tre monumenti palermitani si rifanno il look. 
A settembre infatti tornerà a risplendere la chiesa di Santa Maria del Soccorso, che si trova in via Maqueda. I lavori per la rimessa in bellezza dell'edificio ammontano a circa 840 mila euro, provenienti da un fondo regionale ad hoc designato. 
Partiranno, invece, nei prossimi giorni, gli interventi di ripristino sul Convento e sulla chiesa di Santa Caterina di piazza Bellini, con un finanziamento questa volta pervenuto direttamente dal Ministero dell'Interno, che ha sborsato ben 155 mila euro per ridare lustro ad una delle chiese più belle della città.

Piano Giovani Regione Sicilia, da lunedi si parte

Il 27 giugno è stato pubblicato sulla Gurs il bando relativo al Piano Giovani: le aziende ospitanti possono candidarsi entro sabato. Da lunedi, dalle ore 10 in poi, i ragazzi potranno inserire il loro curriculum sulla piattaforma online. 

Ad ogni tirocinante sono attributi in collaborazione con Italia Lavoro una borsa di 500,00 euro lordi al mese, somma che diventa di 750,00 euro per una durata di 12 mesi in caso di tirocinanti appartenenti a particolari categorie protette (disabili e richiedenti asilo). 
Ancora, secondo quanto recita il bando, per ogni tirocinante ai soggetti ospitanti il tirocinio per l’attività di tutoraggio è riconosciuto un contributo di 250 euro al mese, somma che sale se si procede all’assunzione del tirocinante verso i 3 mila, 6 mila euro secondo le condizioni specificate.
Cosa deve fare un giovane per iscriversi correttamente?
Il percorso è lo stesso rispetto quello richiesto alle aziende, anche se ancora non è possibile scoprire in dettaglio qual è la procedura e la modulistica da riempire per il neet. La modulistica in particolare sembra un’incombenza che spetta più alle aziende, dal momento che sono ben dodici gli allegati che riempiono il primo Avviso Pubblico diffuso, tre delle dodici servono esclusivamente per ottenere i finanziamenti che sostengono il programma in azienda.

I requisiti richiesti ai giovani siciliani per accede al Piano sono specificati in modo diffuso sia nel bando, sia nella pagina di presentazione del Piano in Italia Lavoro. La Regione Siciliana ha stanziato circa 20 milioni di euro per il progetto “Giovani in Sicilia” a favore, per l’appunto, di giovani disoccupati/inoccupati, diplomati o in possesso di qualifica professionale, residenti in Sicilia da almeno 24 mesi, di età compresa tra i 25 e i 35 anni non compiuti, che siano inoccupati/disoccupati da almeno 6 mesi. E' molto importante possedere tali requisiti al momento della richiesta: in virtù della moltitudine di applications che arriveranno, gli addetti ai lavori effettueranno una selezione molto rigida. Occorre dunque prestare massima attenzione.
 
Una volta concluso il tirocinio l’esperienza ottenuta attraverso il Piano Giovani Sicilia non verrà dispersa, ma andrà ad arricchire il curriculum di chi ha attivato il percorso, attraverso la consegna di un “attestato” di partecipazione rilasciato da Italia Lavoro. Ciò avverrà a condizione che il percorso si sia concluso naturalmente, quindi non sia stato interrotto o chiuso anzitempo, e il tirocinante abbia maturato la frequenza di almeno il 70% di tirocinio.

Tram, lunedì la prima corsa ufficiale

Tram, presentata la campagna pubblicitaria

Trecento affissioni che da lunedì saranno sparse per la città per due settimane con un costo di 16.500 euro a carico del consorzio Sis, un sito web (tram.palermo.it) che aggiornerà con costanza i cittadini sull'avanzamento dei cantieri e che offrirà la possibilità di votare il nome preferito per il tram di Palermo scegliendo fra le tre opzioni "Genio", "Filo" e "Piuma".

Si è svolta stamani a Palazzo delle Aquile la conferenza stampa di presentazione della campagna pubblicitaria del tram di Palermo. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, il presidente di Amat, Antonio Gristina, oltre ai rappresentanti di Sis e di Drtadv, l'agenzia che ha curato la campagna pubblicitaria. Oltre alla cartellonistica dislocata in città a partire dai prossimi giorni, il piano di comunicazione previsto per il progetto del nuovo tram a Palermo include anche un sito internet (www.tram.palermo.it) dove si potrà accedere per ogni informazione riguardante l'andamento e i progressi del lavori sulle tre linee previste. Inoltre, i cittadini che si collegheranno al sito avranno anche la possibilità di votare il nome da dare al tram, votando tra "Piuma", "Genio" e "Filo". L'incontro con i giornalisti è stato aperto con un video promozionale, visibile attraverso i seguenti link: http://tram.palermo.it/videonormal.zip e http://tram.palermo.it/videohd.zip.
Lunedì alle 16 una vettura percorrerà i primi 800 metri muovendosi da corso dei Mille fino a ponte Ammiraglio e portando a bordo il sindaco e l'arcivescovo Paolo Romeo. "I palermitani - ha detto il sindaco Orlando - vedranno il tram in movimento prima del Festino di Santa Rosalia. Lunedì prossimo, infatti, ci sarà il primo "collaudo", ma è ovvio che occorreranno altri lavori e altro tempo per l'avvio vero e proprio del servizio. Ora però - continua il Sindaco - si è rotto un 'incantesimo' che rischiava di privare la città di un moderno sistema di trasporto, di mobilità ed è tempo di cominciare a ripensare il modo di muoversi in città. Il tram al posto dell'automobile non è una rinuncia, una perdita: è tutto al contrario, un modo per rendere Palermo più bella, moderna, veloce, e per rendere più sana l'aria che respiriamo. Il tram - conclude il Sindaco - è parte del nuovo sistema di mobilità della città insieme, e al passante e all'anello ferroviario. Una rete metropolitana per fare di Palermo una grande città del XXI secolo".
Per l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, il nuovo tram "rivoluzionerà il sistema di mobilità della città e contribuirà a renderla più vivibile. I disagi di questi giorni - sottolinea Catania - saranno immediatamente dimenticati quando i palermitani scopriranno i vantaggi, in termini di tempo e di qualità della vita, che il tram consegnerà alla città. Il tram è un sistema ecologico che collegherà alcune importanti aree periferiche con il centro della città e darà centralità ad alcune zone geograficamente marginali. Con l'entrata in servizio del tram - conclude l'assessore alla Mobilità - si rimetterà in discussione la categoria di periferia urbana che, in alcuni casi, sarà un concetto desueto".
"L'Amat - ha detto Antonio Gristina, presidente dell'Azienda - avuto affidata la gestione della costruzione dell'opera, ha lavorato con impegno perché tutte le risorse consegnate fossero utilizzate nel miglior modo possibile. Stesso impegno e misura responsabile saranno adesso dedicati al completamento del progetto, da realizzare alla luce di un traguardo ben visibile. Con pari consapevolezza, e con orgoglio di poter dare alla collettività un'autentica risorsa per i ritmi delle esigenze quotidiane, accertiamo quindi la sfida per la conduzione dell'esercizio di questo, per noi nuovo, mezzo di trasporto, che sarà centrale nella riorganizzazione del programma di redistribuzione delle linee del tpl nel territorio palermitano".

Nasce Live Palermo

E' con grande piacere che vi annunciamo la nascita di LIVE Palermo, Blog dedicato alla nostra amata città capoluogo della Sicilia, con notizie di cronaca, curiosità ed altro provenienti da tutti i quartieri.

Live Palermo però non guarda solo alla città ma punta le proprie attenzioni anche alle vicende della Sicilia e dell'Italia.
Speriamo di vedervi sempre più numerosi!