Il nuovo Aeroporto di Palermo prende vita

Finalmente giungono alla conclusione i lavori per...

La TOP 10 delle più belle città d'Italia

Ecco cosa pensano i turisti stranieri delle nostre città italiane

La spiaggia più bella del Mondo

Secondo Tripadvisor si trova in Sicilia, ecco qual è

sabato 20 dicembre 2014

TURISMO - Palermo, approvato il Piano d'uso del demanio marittimo: rivoluzione in vista

Il Consiglio comunale di Palermo ha approvato a maggioranza il Piano d'uso del demanio marittimo (Pdum); si è astenuto il gruppo di Forza Italia e quello del Nuovo centrodestra. In Sicilia oltre a Palermo solo San Vito Lo Capo (Tp) ha adottato il piano. Il Pdum è uno strumento di pianificazione che introduce, tra l'altro, alcuni principi sulla fruibilità dei 27 chilometri di costa di Palermo.
A Palermo avverrà una vera e propria rivoluzione, con tutti i litorali che torneranno nelle mani del Comune dopo secoli di predominio da parte dei privati; è inoltre prevista la realizzazione di altri tre stabilimenti balneari, nella zona del Foro Italico, a Vergine Maria, e anche a Mondello verranno realizzati diversi lidi, ognuno dei quali intervallati da porzioni di spiaggia libera per consentire a chiunque di poterne usufruire. Stesso processo anche a Capo Gallo.

"Bevi salute": da oggi arance ad un euro in tutta la Sicilia

È stata presentata oggi presso la sede della Confcommercio Sicilia a Palermo, l'iniziativa "Bevi salute", spremute di arance siciliane nei bar ad un euro.
L'iniziativa, ideata dal sito cronachedigusto.it, coinvolge oltre duecento bar dell'Isola che venderanno spremute di arance siciliane certificate al prezzo di un euro. È stato creato un sito apposito, raggiungibile al sito www.bevisalute.it, dove sarà costantemente aggiornato l'elenco dei bar che stanno aderendo all'iniziativa.

VERGOGNA: un anno in attesa di una risposta, salta realizzazione hotel di lusso

Dodici mesi, non sono stati sufficienti né alla regione, né al comune di Siracusa, per valutare le compensazioni messe a punto con le forze sociali del territorio e Aman Resorts abbandona la Sicilia per decorrenza dei termini contrattuali e senza alcuna risposta. La società che avrebbe dovuto realizzare l'insediamento turistico parla di "danni pari a 137 milioni di euro ai quali si aggiunge una perdita documentabile di 13 mila euro per ogni giorno di ritardo". La vicenda prende le mosse nel 2007 quando, successivamente all'approvazione del Prg cittadino che conferma il diritto edificatorio su aree già tali da oltre vent'anni, Elemata Maddalena acquista i terreni per realizzare un hotel di lusso della prestigiosa catena Four Seasons. Dopo un primo progetto del 2010, l'anno successivo le aree, ricoperte da serre, vengono inserite dalla Regione in una futura riserva naturalistica e il comune di Siracusa, attraverso atti amministrativi definiti "fragili" dalla società, ne modifica la destinazione d'uso sancendone la inedificabilità totale.
"La vera perdita - afferma Emanuele di Gresy, amministratore della società - è per il territorio, amministratori prigionieri della politica non sono stati capaci di promuovere sviluppo sostenibile e occupazione, si sono fatti scappare uno dei marchi più prestigiosi al mondo che avrebbe portato benessere. Ne sono amareggiato per i siciliani che si ritrovano ad essere amministrati in questo modo. Per quanto riguarda noi, le nostre azioni risarcitorie andranno avanti adesso in maniera più decisa e senza sconti, la proprietà privata sarà rispettata. Spiace che trovata faticosamente una sintesi con il territorio e Aman Resorts che avrebbe garantito tutti, chi amministra non abbia avuto capacità di sintesi, 12 mesi e la montagna non ha saputo partorire neppure un topolino".

Omicidio del piccolo Loris, la madre Veronica trasferita ad Agrigento

La madre del piccolo Loris, Veronica Panarello, accusata di avere ucciso il figlio di 8 anni, è stata trasferita dal carcere di Catania a quello di Agrigento. Lo dice il suo avvocato, Francesco Villardita: "Capita spesso che i detenuti vengano trasferiti - dice - è una decisione dell'amministrazione del dipartimento della polizia penitenziaria". "Mio figlio è stato ucciso due volte: la prima quando per mano dell' assassino ha smesso di vivere, la seconda quando mi hanno arrestata e messa in carcere come colpevole del suo omicidio". E' quello che ha detto Veronica Panarello, la madre del piccolo Loris Stival, al proprio avvocato Francesco Villardita dopo i funerali del figlio ai quali non ha preso parte. Ieri il legale della donna ha annunciato che presenterà il ricorso al Tribunale della libertà entro lunedì contro l'ordinanza d'arresto emessa dal Gip di Ragusa. Veronica Panarello non c'era ai funerali del figlio, nonostante nei giorni precedenti avesse detto chiaramente di voler partecipare; il cuscino a forma di cuore che ha commissionato al padre, e che era fuori dalla chiesa San Giovanni Battista, non è stato preso da nessuno e portato in Chiesa: "E' un chiaro segnale - dice l'avvocato - che il marito ha preso ormai le distanze da lei".

venerdì 19 dicembre 2014

CULTURA - Nuovi orari di apertura: rinasce Villa Malfitano

La Villa Malfitano costituisce insieme con il suo intero patrimonio ed il parco che la circonda, un importante documento, una straordinaria testimonianza di cultura, un vero e proprio “unicum” nel cuore del capoluogo siciliano.
La Villa voluta da Giuseppe Whitaker, personaggio di spicco nella comunità anglopalermitana di fine ‘800, che alle indiscutibili capacità imprenditoriali accoppiava attitudini e passione per la ricerca tanto naturalistica quanto storico-archeologica, e ancora sensibilità e gusto d’arte, fu costruita tra il 1886 e 1889. Rispecchia in pieno l’ottimismo e l’atmosfera vitale e cosmopolita che regnavano nelle cosi detta “stagione d’oro della Palermo di fine 800, una stagione felice, fastosa e ben rappresentata dagli splendori di molte ville, in cui Palermo era crocevia di grandi interessi commerciali tra l’Europa e l’Africa mediterranea.
I suoi 7 ettari di parco, con vegetazione dalle mille sfumature cromatiche del suo fiorire, circondato da un alto muro di cinta, si trova in pieno centro a pochi passi dal Teatro Politeama. 
Oltrepassato il cancello in ferro battuto ci s’inoltra in viali tra alberi monumentali ed esotici, come araucarie, ficus e palme. Il tutto, appare, ancora più sorprendente all’interno di questa esotica cornice. 
Giuseppe Whitaker appassionato di botanica, di ornitologia e soprattutto di archeologia ( fu lui ad identificare l’isola di Mozia, dove oggi si trova la sua straordinaria casa-museo) ha riempito Villa Malfitano di collezioni: coralli, arazzi, libri, opere d’arte e di antiquariato, tutti oggetti acquistati per amore, rari, preziosi, belli alla vista e perciò cari al cuore.Aggirarsi tra le stanze così riccamente arredate è un’esperienza veramente accattivante …. Si respira un’atmosfera vissuta che ancora oggi aleggia….., le vecchie foto di famiglia….., tocchi delicati di fiori sempre freschi……. aria tangibile di casa che vive che spesso si perde nelle tradizionali case museo. 
Una svolta positiva nel quadro dell'offerta culturale (e verde) palermitana  quindi, dal momento che la villa è stata finora fruibile esclusivamente al mattino, per un periodo limitato di tempo. Dallo scorso 12 dicembre la villa è visitabile tutti i giorni dal mattino alla sera, nei seguenti orari di apertura: 9.00/16.00 orario invernale; 9.00/17.00 orario primaverile; 9.00/19.00 orario estivo.

Capodanno a Palermo con Teresa Mannino: ecco il programma

Quest'anno il Comune di Palermo ha deciso di ingaggiare Teresa Mannino per il consueto show di Capodanno presso il capoluogo siciliano.
La particolarità di quest'anno consiste, soprattutto, nelle risorse economiche impiegate per l'intera manifestazione: l'assessorato alla Cultura e il Comune di Palermo hanno infatti stanziato poco meno di 100.000 euro, consentendo così un investimento di risorse equo alla finalità della stesso. 
Un capodanno che si presenta come un vero e proprio evento a costo ridotto quindi, che nonostante questo non dovrebbe deludere in quanto a momenti di intrattenimento: alle 20 Radio Action comincerà a mixare musica ballabile, e alle 21.30 la conduzione della serata passa a Teresa Mannino, che poterà sul palco alcune delle sue gag più esilaranti. Prevista anche la partecipazione di altri artisti e cantanti: le premesse per un ottimo 31 dicembre in piazza sembrerebbero esserci tutte.

UFFICIALE - Palermo sede della biennale europea di arte contemporanea "Manifesta 2018"

Adesso è ufficiale: Palermo è stata selezionata come sede per ospitare la più grande biennale di arte contemporanea d'Europa: "The European biennial of Contemporary Art - Manifesta 2018".


La kermesse, che torna in Italia dopo ben dieci anni di assenza, si chiamerà "Fm12Palermo" (Palermo Manifesta 12) e attrarrà in città migliaia di artisti ed esperti di arte provenienti da tutte le parti del mondo, alla luce di un investimento in infrastrutture e luoghi da parte del Comune siciliano di circa 4 milioni di euro.
Lo slogan scelto è "Feel the past, living the contemporary, design the future" e vedrà per la prima volta il successo di una città del Sud dell'Europa: basti considerare che quest'anno si svolgerà a San Pietroburgo, mentre nel 2016 a Zurigo.
L'esborso complessivo, come già detto, sarà di circa 4 milioni di euro, mentre Manifesta si impegnerà a trovare anche sponsor e finanziamenti pubblici. Oltre a mostre ed eventi culturali, è previsto anche un progetto espositivo che si terrà nell’estate del 2018 e durerà per almeno cento giorni.
La biennale potrebbe essere l’occasione di riscatto per il capoluogo siciliano che punterà sul rapporto tra cultura e diritti e offrirà l’utilizzo dello Spasimo, della Gam, di Palazzo Riso, dell’Ecomuseo del Mare ma anche della Favorita e soprattutto dei Cantieri culturali della Zisa.

E' possibile reperire ulteriori informazioni sul sito ufficiale di Manifesta: http://manifesta.org/

Ryanair inaugura cinque nuove rotte da e per Palermo: ecco la mappa

Ryanair punta sempre più forte e decisa sull'Aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo.
La compagnia irlandese infatti ha ufficialmente annunciato di aver chiuso le trattative per la predisposizione di ulteriori cinque rotte di trasporto, che permetteranno al capoluogo siciliano di potenziare ulteriormente i propri collegamenti con l'Italia e con l'Europa.
Così dal prossimo aprile sarà possibile recarsi direttamente a Torino e Verona, ai soliti prezzi ultra competitivi che tutti conosciamo. Ryanair offrirà collegamenti stabili, ogni giorno dal lunedì al venerdì, mentre ogni lunedì e venerdì sarà possibile partire alla volta di Berlino, dove sono previsti gli atterraggi a Schonefeld. 
Sono state inoltre ufficializzate le rotte per Monaco, il mercoledì e la domenica, con atterraggi all'aeroporto Ovest Memmingen, e il martedì, il giovedì e il sabato con Parigi, con atterraggi all'aeroporto di Beauvais.

lunedì 15 dicembre 2014

TRASPORTI - Da oggi operativo il nuovo volo da Comiso per Malta


Parte ufficialmente oggi l'operatività della nuova rotta aerea della compagnia maltese Flyhermes, che collegherà l'aeroporto di Comiso con l'Isola di Malta grazie ad un volo bi-giornaliero e per un totale di sei voli alla settimana.
Per il progetto verrà impiegato un Boeing 737 da 168 posti, e la compagnia ha già garantito la possibilità di sfruttare questa nuova opportunità grazie ad una politica dei prezzi molto competitiva.

"Siamo soddisfatti per questo nuovo accordo, che permetterà alla zona di accrescere la propria importanza turistica grazie al flusso di viaggiatori che, per tutto l'anno, potranno sfruttarla - dicono dalla direzione dell'aeroporto -. Speriamo di poter divenire anche un punto di riferimento per tutti i Siciliani, intenzionati a visitare la bellissima isola maltese".

Tentano furto con la fiamma ossidrica in Via Ausonia, due arresti a Palermo

Una banda di rapinatori ha tentato, invano, di rapinare un negozio Cocoon, di Via Ausonia a Palermo.

Nella notte infatti una pattuglia dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, mentre effettuava un controllo di routine del territorio, ha notato una "scena inequivocabile": un gruppo di persone aveva parcheggiato un furgone, con la portiera posteriore aperta e rivolta verso la porta d'ingresso dell'esercizio commerciale, e con una fiamma ossidrica stava "lavorando" sulla porta a vetri nel tentativo di aprirla. 
Quando gli agenti si sono presentati al loro cospetto i quattro ladri hanno tentato la fuga in altrettante direzioni: due sono stati fermati ed arrestati nelle vie limitrofe, mentre gli altri componenti del gruppo sono riusciti - per il momento - a far perdere le loro tracce.



Potrebbe interessarti:http://www.palermotoday.it/cronaca/arresti-furto-profumeria-cocoon-via-ausonia-14-dicembre-2014.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/PalermoToday/115632155195201