Le 101 cose da fare a Palermo almeno una volta nella vita

Ecco la simpatica classifica delle centouno cose da fare...

La TOP 10 dei luoghi da visitare assolutamente a Palermo

Ecco i dieci luoghi che ogni turista della nostra città non dovrebbe..

Boom di turisti nel 2014 a Palermo

Oltre 1,5 milioni di turisti hanno visitato Palermo nel corso del 2014, secondo...

domenica 12 aprile 2015

Trasferimento su www.livepalermo.net


Quando, l'estate scorsa, abbiamo inaugurato questo progetto ci siamo prefissati l'obiettivo di dare il massimo, cercando di creare una piattaforma facile da consultare e soprattutto completamente gratuita.
Gratuita, sia per quanto concerne i costi che per quanto riguarda il servizio offerto: un po' per forma mentis, che ci porta sempre ad evitare di usare risorse economiche se non quando strettamente necessario, un po' perché dovevamo realmente capire a cosa saremmo andati incontro.
A meno di un anno di distanza dall'esordio, abbiamo registrato oltre MEZZO MILIONE di visite uniche a questo blog, rendendo dunque necessario il trasferimento ad un sito vero e proprio: www.livepalermo.net.


E' per questo che da alcune settimane non aggiorniamo più questa piattaforma, perché troverete ogni giorno le vostre notizie preferite sul nuovo sito web inaugurato circa un mese fa: www.livepalermo.net.

Grazie a tutti per quanto ci avete dato sinora, speriamo sempre di soddisfare le vostre pretese.

mercoledì 18 marzo 2015

Attentato terroristico a Tunisi, gli ostaggi erano partiti in nave da Palermo

"Siamo arrivati stamane a Tunisi da Palermo e alle 8 circa 200 persone sono salite sugli autobus per andare al museo".
Sono queste le poche parole di Alessandro Stefanoni, tecnico di Rainews che era a bordo della Costa Fascinosa insieme al gruppo di turisti che alcune ore fa era in visita a Tunisi, presso la città vecchia,  dove è avvenuto un attacco terroristico da parte degli estremisti di ISIS.
"Sono giapponesi, russi e italiani, ci hanno spiegato che due o tre terroristi hanno aperto il fuoco contro un autobus ferendo l'autista tunisino. Sono entrati nel museo, hanno chiuso le porte e aperto il fuoco. Un accompagnatore è riuscito a far fuggire una parte degli ostaggi dalla porta posteriore".
Nel gruppo dovrebbero esserci anche dei passeggeri siciliani, ma in attesa che la Farnesina dia delle notizie ufficiali in merito ai nomi dei soggetti coinvolti le notizie che giungono da Tunisi sono frammentarie e non ancora chiare. Sembrerebbe finora escluso che i siciliani siano tra i feriti o tra le vittime della sparatoria.

FOTO - Palermo, incidente in Via Libertà: l'automobile si ribalta su un fianco


E' avvenuto ieri pomeriggio, all'incrocio tra Via principe di Paternò e Via Libertà, un incidente che ha coinvolto un uomo che, per cause ancora poco chiare, ha perso il controllo della propria autovettura.
L'automobilista, leggermente ferito, è stato subito soccorso dai medici del 118 mentre l'Infortunistica stradale ha chiuso le vie di accesso, per effettuare i rilievi necessari a ricostruire la dinamica dell'incidente. 
L'uomo, ancora sotto shock, non è stato in grado di fornire alcuna spiegazione in merito a quanto accaduto: come si evince dalle foto tuttavia, con ogni probabilità una manovra azzardata ha causato la perdita del controllo del veicolo e il conseguente ribaltamento.
Il traffico, nelle ore successive e sino alla serata di ieri, ha fortemente risentito dell'accaduto con code e rallentamenti sin da piazza Vittorio Veneto.


PALERMO - Il Comune aderisce alla XI Settimana d'azione contro il razzismo

In occasione della Giornata Mondiale per l'eliminazione delle discriminazioni razziali, che si celebra in tutto il mondo il 21 Marzo , UNAR ( Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri ) organizza dal 16 al 22 marzo, la Settimana di azione contro il razzismo, campagna di sensibilizzazione contro ogni forma di razzismo e xenofobia che, quest'anno giunge alla sua XI edizione.

Il Comune di Palermo ha aderito all'iniziativa per il tramite dell' Assessorato alla Partecipazione dando vita ad un programma dettagliato di eventi grazie al contributo dell'Assessorato alla Cultura, alla Scuola e alla Cittadinanza Sociale e alla fattiva collaborazione della Consulta delle Culture e degli Istituti Scolastici coinvolti.

PALERMO - Via Galilei: trova un vaso cinese all'interno della propria automobile

Trova un vaso cinese all'interno della propria auto e chiama i vigili urbani.
Ieri pomeriggio in via Galileo Galilei, una signora ha richiamato l'attenzione di una pattuglia di motociclisti, riferendo di avere rinvenuto all'interno della propria auto un vaso cinese, di cui ne sconosceva la provenienza.

Agli agenti, la signora precisava che l'autovettura era stata parcheggiata nelle prime ore del mattino dimenticando di bloccare le portiere, circostanza che in pratica avrebbe favorito l'introduzione di ignoti, per depositare il vaso.

Potrebbe, anche, trattarsi di uno scambio di autovettura, da parte del proprietario di un modello simile. Il vaso è stato recuperato dagli agenti, il legittimo proprietario previa certificazione della proprietà, potrà ritirarlo presso gli uffici del Comando della Polizia Municipale di via Dogali.

PALERMO - "Taxi sharing", il Comune approva percorsi e tariffe: tutti i dettagli

Percorsi, modalità di chiamata e le tariffe del servizio Taxi sharing. 
Sono questi i nodi focali della delibera approvata ieri pomeriggio dalla Giunta comunale, che si è riunita a villa Niscemi e che definisce le linee guida del servizio di taxi condiviso.

'Un'occasione in più per la mobilità cittadina' ha dichiarato l'assessora alle Attività produttive Giovanna Marano, commentando il provvedimento.

I percorsi individuati sono sei in totale, di cui cinque urbani e uno extraurbano.

Percorso 1 - urbano: partenza dalla Stazione Centrale, passaggio intermedio piazza Ruggero Settimo, arrivo piazza Alcide De Gasperi e viceversa.
Percorso 2 - urbano: partenza parcheggio Basile, arrivo Stazione Centrale e viceversa.
Percorso 3 - urbano: partenza parcheggio via Nina Siciliana, passaggio intermedio piazza Principe Di Camporeale, arrivo piazza Castelnuovo e viceversa.
Percorso 4 - urbano: partenza Foro Italico, passaggio intermedio piazza Castelnuovo, arrivo via Notarbartolo e viceversa.
Percorso 5 - urbano: partenza piazzale John Lennon, passaggio intermedio via Notarbartolo, arrivo piazza Castelnuovo e viceversa.
Percorso 6 - extraurbano: partenza Stazione Centrale, passaggio intermedio piazza Ruggero Settimo/via Dante/via Villafranca/viale Piemonte/piazza Matteotti/via A. De Gasperi, arrivo Aeroporto Falcone e Borsellino.

Per facilitare l'utenza, nelle aree di stazionamento, si provvederà ad installare appositi cartelli informativi con il percorso effettuato dal taxi-sharing e le modalità di chiamata e di utilizzo.
Il servizio potrà essere attivato tramite le centrali radio - taxi che avranno il compito di razionalizzare le prenotazioni, al fine di prelevare gli utenti presso i centri di raccolta, o mediante richiesta dell'utente direttamente presso le aree di stazionamento individuate. Non sarà consentita l'acquisizione della corsa mediante l'utilizzo di telefoni personali, né sarà possibile prelevare utenti in punti del percorso differenti da quelli di partenza o di arrivo.

Le autovetture che aderiranno all'iniziativa saranno identificabili mediante l'applicazione sul parabrezza anteriore del veicolo di un disco di diametro di 12 centimetri di colore giallo fosforescente, con la scritta TAXI-SHARING - TAXI CONDIVISO - euro 2,00 tariffa fissa a persona percorso urbano - euro 8,00 tariffa fissa a persona percorso extraurbano - minimo 4 persone'.
Le tariffe stabilite saranno applicate solo al raggiungimento di un minimo di 4 utenti, sia per i percorsi urbani, che per quelli extraurbani.

Il 24 marzo colazione in pigiama da MC Donald's: in regalo un mese di bontà quotidiane

Dimmi come fai colazione e ti dirò chi sei. La prima colazione non è solo il primo pasto della giornata, ma un rito che accomuna tutti: c’è chi la fa appena sveglio, chi vestito di tutto punto e pronto per uscire e altri che si crogiolano in pigiama. Tutti, però, almeno una volta nella vita hanno desiderato concedersi alla pigrizia e uscire di casa in pigiama. Per questo McDonald's lancia un divertente esperimento. A Napoli e in altre città italiane chi si presenta in pigiama tra le 7:30 e le 10:30 nei locali di McDonald's farà colazione gratis subito e nei 24 giorni successivi. L'iniziativa, prevista per il 24 marzo, coinvolgerà tutta Italia: a chi entrerà in pigiama in uno degli oltre 510 ristoranti italiani McDonald’s offrirà subito, oltre alla colazione anche una card per approfittare gratuitamente del breakfast McDonald’s (bevanda calda + brioche) anche nei 24 giorni successivi. L’iniziativa coinvolge tutta l’Italia. L’elenco dei ristoranti aderenti a Napoli e in Campania è disponibile su www.mcdonalds.it

Le “regole” della colazione in pigiama da McDonald’s:

Per l'occasione McDonald's ha previsto un breve catalogo di "regole" da seguire per l'appuntamento del 24 marzo, ecco quali sono.
1. Non preoccuparti se al mattino sei spettinato e ti ci vuole un po’ di tempo a “connetterti” con il mondo, ci pensiamo noi a darti il buon giorno e a risvegliarti con un buon caffè.

2. Sei abituato a fare colazione lavato, profumato e vestito di tutto punto? Oggi fai un’eccezione, e per altri 24 giorni fai colazione da McDonald’s come vuoi.

3. Tutto, o quasi, è consentito: pigiama, camicia da notte, tutona integrale…ma se dormi in calzoncini e maglietta, in mutande o con solo 2 gocce di Chanel, almeno per oggi fatti prestare un pigiama.

4. Vieni come sei, ma se non vuoi sciabattare per la città le scarpe sono consentite.

5. Se hai freddo appena sveglio, il giubbotto o una più elegante vestaglia sono consentiti…finché non entri da McDonald’s.

6. I tuoi figli non dormono senza il loro orsacchiotto? Porta anche lui.

7. Sono ammessi papalina, bigodini, mascherine, tappi per le orecchie.

8. Ti preoccupa se dopo devi andare a scuola, al lavoro, a fare la spesa? Potrai cambiarti da noi e ritornare “nel mondo normale” dopo una mattinata davvero speciale.

CALCIO - Palermo, Dybala vorrebbe restare in Serie A: ma chi può realmente permetterselo?

Nei giorni scorsi il procuratore dell'attaccante del Palermo Paulo Dybala avrebbe, nel corso di un incontro con i dirigenti rosanero, manifestato la volontà del giovane calciatore argentino di restare anche la prossima stagione in Serie A, trasferendosi ad una squadra di alta classifica in grado di consentirgli di poter lottare per traguardi importanti. Juventus, Inter e Napoli sarebbero, secondo questo identikit, le più accreditate pretendenti per la punta argentina, disposte a pagare enormi cifre per strappare il gioiellino rosanero dalle mani del Presidente Maurizio Zamparini. 
Enormi cifre, dunque: ma sarebbe, realmente, la disponibilità in essere delle società italiane per permettersi un simile affare? 
Conti alla mano infatti, ad oggi quasi nessun club potrebbe permettersi di sostenere i costi complessivi per l'acquisto di Dybala, per il quale il Palermo non ha intenzione di ottenere meno di 40 milioni di euro, cifra alla quale andrebbe aggiunto anche il costo relativo all'ingaggio da riconoscere al calciatore (sicuramente superiore al milione di euro).
Di conseguenza, a meno di ricorrere per l'ennesima volta al capitale di indebitamento, le squadre della Serie A non sono attualmente in grado di potersi permettere una simile transazione di mercato, soprattutto a fronte dell'interesse di altri grandi club d'Europa tra cui Arsenal, Manchester United, PSG e Bayern Monaco, strutture calcistiche ed economiche anni luce superiori rispetto alla realtà italiana, ed alle quali con ogni probabilità la dirigenza di Viale del Fante si rivolgerà per concludere il proprio principale affare in uscita, grazie al quale poter - da un lato - dare ossigeno fondamentale alle casse del Palermo e dall'altro pensare - con un buon bottino da cui partire - a rinforzare seriamente la squadra in vista della prossima stagione.

CALCIO - PARMA, ARRESTATO IL PRESIDENTE GIAMPIETRO MANENTI: ECCO LE ACCUSE

E' di pochi istanti fa la notizia relativa all'arresto del Presidente del Parma Giampietro Manenti, nel corso di una operazione condotta congiuntamente dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia di Stato e che ha portato ad oltre 20 arresti in numerose città d'Italia. Manenti, secondo le prime indiscrezioni raccolte da ambienti vicini agli investigatori, sarebbe stato arrestato in base alla accusa di reimpiego di capitali illeciti, in alcuni casi avvenuto in concomitanza con altri reati e secondo il metodo tipicamente mafioso: altri dettagli, al momento, non sono noti e seguiranno aggiornamenti in tempo reale, sul nostro portale, nelle prossime ore.

(foto ANSA)

martedì 17 marzo 2015

PALERMO - ZEN, spara alla polizia: arrestato un rom di 22 anni

Si chiama Roberto Milankovich, di 22 anni, il ragazzo che ieri ha tentato di uccidere alcuni poliziotti, nel corso di un inseguimento nel quartiere ZEN di Palermo. Gli agenti hanno notato una vettura procedere a velocità sostenuta, che dopo un breve controllo risultava essere stata rubata: da lì è partito l'inseguimento, conclusosi in Via Rocky Marciano. 
Dall'abitacolo è scesa una delle due persone che si trovavano all'interno, impugnando un'arma ed esplodendo alcuni colpi verso la volante. Uno di questi ha colpito ad un braccio uno dei poliziotti, che successivamente ha risposto al fuoco con la sua pistola d'ordinanza ferendo a una gamba il malvivente. Dopo la sparatoria, la fuga, iniziata in Viale Strasburgo e proseguita in via Di Giovanni, e che ha impegnato decine di autovetture della Polizia: a bordo dell'auto però vi era solo uno dei due malviventi, dal momento che l'altro aveva fatto perdere le proprie tracce fuggendo a piedi. 
Il 22 enne arrestato, intanto, è stato condotto presso gli uffici della Squadra Mobile di Palermo dove è stato verificato che nei mesi precedenti si era già reso protagonista di reati e rapine a mano armata: adesso si cercheranno tutte le informazioni possibili per risalire al suo complice.

VIDEO - Striscia la Notizia aggredita a Palermo: ecco il servizio completo

Nel corso della puntata di ieri sera, andata in onda a Striscia la Notizia, la città di Palermo ha fatto l'ennesima brutta figura.
Edoardo Stoppa infatti, l'amico degli animali, si era recato nella zona di Via Galilei a seguito della denuncia di alcuni cittadini, stanchi di veder soffrire due poveri cuccioli di cane costretti a vivere in condizioni disumane da un padrone evidentemente senza troppo senso di umanità.

Sin dal primo momento dell'arrivo della troupe televisiva il signore ha pensato bene di prodigarsi in un tentativo di aggressione degno dei migliori film d'autore - probabilmente quelli che lui stesso guarda con tanta passione - minacciando di morte più volte tanto Stoppa quanto gli altri operatori.

L'aggressione è avvenuta anche, per alcuni secondi, a causa di alcuni calci e schiaffi che potevano decisamente degenerare in ben altro problema.

Il servizio andato in onda su Striscia pone l'attenzione, nuovamente, sul più grave problema di cui Palermo soffre: l'inciviltà.

GUARDA IL SERVIZIO